La Bambola Blythe

blytheeTra i tanti sogni materialistici che ho nel cassetto c’è anche quello che prevede l’acquisto di una bambola Blythe, che ovviamente rimarrà nell’iperuranio per via del suo prezzo esorbitante e per quello sparuto barlume di buon senso che (per ora) mi rimane. Tuttavia Blythe non ha conquistato solo me, ma ha fatto innamorare migliaia di collezionisti provenienti da tutte le parti del mondo, rivelandosi essere non solo una bambola, ma una vera e propria icona di costume.

Read more La Bambola Blythe

The Star Spangled Man e le Contraddizioni del Sogno Americano

red skullIn questa atmosfera di fremito generale per l’imminente uscita al cinema di Civil War -e dato che appartengo spudoratamente al “Team Cap”- oggi in questo post vorrei approfondire un po’ le origini e la storia di Captain America, nella mia opinione uno dei più interessanti personaggi della Marvel Comics, considerato soprattutto il suo stretto legame con la storia al di fuori del fumetto ed il suo essere stato un vero e proprio fenomeno di costume. Perciò chi è, e quando nasce “Cap”? Read more The Star Spangled Man e le Contraddizioni del Sogno Americano

As seen on TV 2.0

asseenontvSpesso mi è capitato di imbambolarmi davanti alla televisione durante la trasmissione delle televendite, provando sentimenti contrastanti che andavano dal “che cazzata” al “oh mio DYO LO VOGLIO!”. Nonostante questo confesso di aver sempre gradito la temporanea anestesia mentale che mi davano gli imbonitori televisivi, conscia del fatto che il 90% dei prodotti proposti si sarebbero rotti solo guardandoli e che il loro prezzo effettivo raramente superava i due euro. Read more As seen on TV 2.0

Lui è tornato, ma la razza non è mai arrivata

lui-e-tornato-620x372Scrivo questo post ispirata dal docu-film tratto dall’omonimo romanzo di Timur Vermes, “Lui è tornato”, che potete trovare su Netflix e che sarà al cinema fino a stasera, in cui si parla di un misterioso e “magico” ritorno di Adolf Hitler che si risveglia nella Berlino del 2014 e che tra fraintendimenti, risate ed interviste alquanto discutibili, trova nei giorni d’oggi un terreno estremamente fertile per lastricare la strada di un potenziale quarto Reich (seriamente guardatelo, è proprio un bel film). Read more Lui è tornato, ma la razza non è mai arrivata

Discount or Die: l’intervista!

discountLovvati lettori, oggi ho una sorpresa per voi: in questo post infatti vi propongo qualcosa che desideravo fare da tempo, ovvero un’intervista a Valeria Brignani creatrice dello splendaviglioso blog all’insegna del low cost “Discount or Die”, con incluso anche nel pacchetto Alberto, collaboratore e amministratore del blog (lo trovate con lo pseudonimo “Attraenti Logiche”) e a sua volta immolatosi sull’altare del magico mondo dei discount. Read more Discount or Die: l’intervista!

Hamlet al Barbican Theatre

hamletCome già preannunciato in preda all’entusiasmo sulla pagina Facebook, ieri sono andata al cinema a vedere l’Amleto fatto al Barbican Theatre con, come protagonista, Benedict Cumberbatch, e non potevo astenermi dallo scriverne una recensione (per quanto in effetti sia digiuna di recensioni teatrali, ma cercherò di fare del mio meglio). Read more Hamlet al Barbican Theatre

Valentina, femminista imperfetta che ha fatto la storia del fumetto

valentina-crepax-cover.asp30435img1Il fumetto, in quanto forma d’arte letteraria e figurativa, ha portato con sé molti dei cambiamenti culturali che hanno mutato la concezione femminile e, conseguentemente, la sua raffigurazione cartacea. Il contesto socio-culturale in cui infatti le sue eroine si inseriscono è fondamentale, rappresentando un interessante riflesso dell’emancipazione delle donne che le sue rappresentanti di carta che hanno contribuito a consolidare.
In questo post vi voglio parlare di Valentina Rosselli, ai miei occhi una delle eroine dal sapore femminista che ha contribuito a fare la storia del fumetto italiano, con le sue contraddizioni, le sue caratteristiche e il contributo che ha dato a questa forma d’arte. Read more Valentina, femminista imperfetta che ha fatto la storia del fumetto

I Simpson e Quarto Potere

60Purtroppo nella mia carriera universitaria ho dovuto dare solo un esame di storia del cinema, al quale però sarò sempre grata perché, a parte film per cui mi è venuta voglia di tagliarmi le vene come “Nascita di una nazione” di Griffith, sono venuta grazie ad esso a conoscenza di pellicole che altrimenti forse mai avrei visto, da “Fino all’ultimo respiro” di Godard a “Deserto rosso” di Antonioni. Eppure, il film che mi è rimasto più impresso di tutti è stato sicuramente “Quarto potere” di Orson Welles, non solo perché è un capolavoro assurdo ma anche e soprattutto perché la sensazione di déja vu che mi ha provocato è stata una delle cose più belle ed estranianti che abbia mai provato.

Perché déja vu?

Ma semplice, perché in pratica senza rendermene conto lo avevo già visto grazie ai Simpson! Read more I Simpson e Quarto Potere